Dettagli

 

cfddfc3dc0e2bedb7508304b4f5f0cc3.jpg

Un’armonia, un’essenza,

un’aroma, uno sguardo,

un dolce sorriso.

Piccoli dettagli di ricordi.

Riemergono così,  emozioni 

e sensazioni passate,

mai dimenticate.

Sono come forti onde,

che mi fanno naufragare,

in un mare di dolci ricordi.

 

Halloween

 

a2247f3a06f70b98f9b3da35f2a32f2e.jpg

 

Halloween  è una  festa molto divertente  assomiglia al Carnevale, anche se è orientata al lato più oscuro, magico e fatato della realtà. 

Proprio per questo piace ai bambini e ai ragazzi, perchè permette di trasformare in gioco e festeggiamenti le loro paure e superstizioni.

Le origini di Halloween sono antichissime.

In inglese Ognissanti si chiama All Hallows’ Day; la vigilia del giorno di Ognissanti, cioè il 31 ottobre, si chiama All Hallow’ Eve. Queste parole si sono trasformate prima in Hallows’ Even, e da lì ad Halloween  il passo è stato breve.

Nonostante i tentativi della Chiesa cristiana di eliminare i riti pagani , Halloween è rimasta una festa legata al mistero, alla magia, al mondo delle streghe e degli spiriti.

Negli Stati Uniti Halloween ha perso i suoi significati religiosi e rituali, ed è diventata un’occasione per divertirsi e organizzare party. Pare che ogni anno gli Americani spendano due milioni e mezzo di dollari in costumi, addobbi, feste per il 31 ottobre!

L’usanza dei bambini di bussare alle porte delle case gridando Trick or treat, che significa più o meno dolcetto o scherzetto, deriva dall’usanza dei Celti di lasciare cibo e latte fuori dalla porta, nella speranza di ingraziarsi gli spiriti ed evitare le loro malefatte.

 

4a527f9646922adafba4d52104da710e.jpg

    ===========================================================

            BUON HALLOWEEN A TUTTI DA GABRY

    ===========================================================

                                                                        

Il tempo

a7c9316ea71a94cbaac982ac0a622c2a.jpgUno dei doni più
belli che abbiamo
è il tempo.  
Il più delle volte
lo sprechiamo.
Solo pensando
a chi amavano
e or non c’è più,
in mente ci viene di
non sprecarlo più.
Di  viverlo fino in 
fondo ogni secondo
amando tutti e tutto
quello che ci offre
questo nostro 
meraviglioso mondo.
 Gabry 2007

Orgoglio e vanità

71625965ea9ba1b355b9ee6264f1a515.jpg

L’orgoglio è  la  certezza  emotiva  della  propria grandezza.

La vanità è la certezza emotiva che gli altri vedono in noi, o che ci attribuiscono.

I due sentimenti non si coniugano necessariamente né si contrappongono per natura.

Sono diversi ma coniugabili.

L’orgoglio, quando esiste da solo senza aggiunta di vanità, si manifesta nel suo risultato come timidezza:colui che si sente grande non spera che gli altri lo riconoscano in quanto tale, teme di confrontare l’opinione che ha di se stesso con l’opinione che gli altri possono avere di lui.

La vanità,  quando esiste da sola,  senza aggiunta di orgoglio (cosa rara ma non impossibile) si manifesta nel suo risultato come audacia.

Colui che è sicuro che gli altri riconoscono il suo valore non teme nulla.

Può esistere il coraggio fisico senza vanità; può esistere il coraggio morale senza vanità; non può esistere audacia senza vanità.

L’audacia può non essere accompagnata da coraggio, fisico o morale, visto che queste disposizioni dell’indole sono di ordine diverso,  e insieme all’audacia sono incommensurabili.

_____________________________________

Tratto da “Il libro dell’inquietudine” di Fernando Pessoa

Raggio di sole

d88986df6ca4fbffb94f5c7890f69da0.jpg 

Svegliati da questo torpore

qualcuno ha bussato alla

porta del tuo cuore.

Apri fallo entrare

è un raggio di sole,

porta gioia e calore.

Certo non ti parlerà

ma il tuo cuore scalderà, 

così l’angoscia se ne andrà,

solo gioia resterà,  

e un sorriso sul tuo viso

grande e bello

rinascere farà.

 

Gabry 2007

Dedicata ai miei cani

54118c780e33cca4a18b75f0adf3f2fc.jpg

 

Cercavo qualcosa, ma non sapevo bene cosa, 

pensavo, scrutavo e indagavo inutilmente,

poi ad un tratto ho capito

… era li davanti ai miei occhi….

si,  sono loro la mia gioia. 

 

Tutti i giorni mi donano tanta

amicizia, compagnia,

disponibilità, fedeltà,

 uno sconfinato amore.

 

Lo capisco dai loro dolcissimmi occhi

dal turbinio delle loro code

 dal festoso coro ululante che mi

saluta ogni mattina.

Gabry 2007

Mare

 

5290070745b3b303d781d2b3a4ae86ce.jpg

  

Mi incanto sempre dinanzi a te mare,

 ammiro l’infrangere delle tue onde a riva,

tumultuose che corrono e si accavallano

di un colore scuro ma spumeggianti,

ora invece il tuo movimento calmo

 da confondere l’orizzonte

con il tuo colore che somiglia al cielo.

E lì io adagio i miei sogni

per farli cullare e portare

nel tuo orizzonte sconfinato,

per non farli morire nelle tenebre

della mia inquietudine

 

Gabry 2007

Nella nebbia

333e17b02e08c7537a984569d57974df.jpg

Strano, vagare nella nebbia!
E’ solo ogni cespuglio ed ogni pietra,
né gli alberi si scorgono tra loro,
ognuno è solo.

Pieno di amici mi appariva il mondo
quando era la mia vita ancora chiara;
adesso che la nebbia cala
non ne vedo più alcuno.

Saggio non è nessuno
che non conosca il buio
che lieve ed implacabile
lo separa da tutti.

Strano, vagare nella nebbia!
Vivere è solitudine.
Nessun essere conosce l’altro
ognuno è solo.

 

 

poesia di Herman Hesse