Riflessi sul mare

002310813021b6fdcee27aa1f54dff29.jpg

Quello che vedo,

è come un quadro dipinto

con mano leggera,

una sera dolce di

luna piena

 riflette sul mare,

dove onde increspate,

da un venticello leggero,

formano bianchi riflessi,

mentre pensieri di dolci ricordi

mi prendono l’anima,

e mi accompagnano nel dolce

 abbandono della quiete notturna.

Gabry

Immagine

e8b2c0ca8af20e2f85ab3d64038d3540.jpg

Non so che immagine

abbia di me il mondo,

ma io mi vedo

come un bambino che gioca

in riva al mare,

e di tanto in tanto si diverte

a scoprire

un ciottolo più levigato

o una conchiglia più bella del consueto,

mentre davanti mi si stende,

inesplorato,

l’immenso oceano della vita.

-Sir Isaac Newton-

Oltre il silenzio

777358a90e997bd410c44b852494220c.jpg

La brezza d’autunno

mormora ai vetri,

e le mie ansie,

come fronde degli alberi

volano via con il vento,

e vanno a  sbriciolarsi

come l’onda del mare

 si infrange su gli scogli. 

E la notte quando tutto tace

 il silenzio non è più pace,

ma è solo inquietudine

di una lunga attesa.

Gabry

Stelle

26f7dadcb202ca277b9353f3b1d1ddd6.jpg

Ammiravo le stelle ieri notte,

ce ne erano tante nel cielo scuro.

Pensavo regalo un mio

pensiero ad ogni stella,

così brilleranno insieme,

 ma distanti da me,

su in alto nel cielo ed io,

finalmente spensierata,

qui su questa terra.

Gabry 2007

 

La politica

40d9df34424b3753d4355bc44e029c1c.jpg

Ner modo de pensà c’è un gran divario :
mi’ padre è democratico cristiano,
e, siccome è impiegato ar Vaticano,
tutte le sere recita er rosario;

de tre fratelli, Giggi ch’er più anziano
è socialista rivoluzzionario;
io invece so’ monarchico, ar contrario
de Ludovico ch’è repubbricano.

Prima de cena litigamo spesso
pe’ via de ‘sti principî benedetti :
chi vò qua, chi vò là….Pare un congresso !

Famo l’ira de Dio ! Ma appena mamma
ce dice che sò cotti li spaghetti
semo tutti d’accordo ner programma.

poesia di Trilussa

Il volo dell’anima

b6930588b434359b4215d807e6f2525e.jpg

Ognuno di  noi,  nel suo  cuore, rimane  sempre  un  pò bambino, con mille fantasie e tanti sogni.

Molte volte pretendiamo, da noi stessi, di essere per forza razionali, questo mette a dura prova il bambino che è in noi che ci vuole raccontare e far vedere le cose semplici,le cose vere così come sono.

A lungo andare, se non  lo ascoltiamo più, siamo  persino capaci di morire dentro perchè ci facciamo prendere, sempre più, dalla smania di voler apparire a tutti i costi, voler mostrare ciò che non siamo o che siamo ma solo in parte.

Bisognerebbe sforzarsi per conservare sempre quello spirito semplice che è in noi, che è ancora capace di emozionarsi, di meravigliarsi sempre in ogni tempo e in ogni luogo, anche per le cose che sembrano non avere più un grande valore.

Solo così ci possiamo sentire  ancora leggeri nell’anima,  volare  e  danzare, come  un  gabbiano,  nell’aria con quella leggiadria ormai dimenticata .

Solo  così la nostra  anima,  in  questo armonioso e leggiadro  volo, sarà  ancora capace di trasformare, in tenui o caldi colori, ogni cosa che sfiorerà, con le sue piccole ali.

Gabry 2007

Occhi di bimbi

64138701b38e5367b7cd5a438e63162b.jpg

Volevo guardare il mondo

attraverso i tuoi occhi azzurri,

dello stesso colore del cielo

dove liberi volano i tuoi sogni,

la tua infanzia e la tua fantasia.

Ma il tuo sguardo è impaurito,

i tuoi occhi sono pieni di tristezza,

splende in essi solo la speranza

per tempi nuovi, nuove possibilità.

Mi guardano chiedendomi un perchè.

Questi occhi che chiedono solo un sorriso,

ma sono loro che adesso lo danno a me.

Gabry 2007

Dolci sogni

b4bfacc8711b86403e43641a3e4dd872.jpg

Quando tutto è silenzio e pace,

nella penombra della mia stanza,

avvolta dal buio della notte,

i miei sogni vagano liberi dai pensieri.

Molte volte sogno le persone

care che ormai non ci son più,

gioisco della loro compagnia notturna.

Al mio risveglio, il loro ricordo non svanisce,

ma rimane in me con dolci tenere malinconie.

 dedicata a ” Mio padre “

 Gabry 2007