Dolci sogni

b4bfacc8711b86403e43641a3e4dd872.jpg

Quando tutto è silenzio e pace,

nella penombra della mia stanza,

avvolta dal buio della notte,

i miei sogni vagano liberi dai pensieri.

Molte volte sogno le persone

care che ormai non ci son più,

gioisco della loro compagnia notturna.

Al mio risveglio, il loro ricordo non svanisce,

ma rimane in me con dolci tenere malinconie.

 dedicata a ” Mio padre “

 Gabry 2007

 

Dolci sogniultima modifica: 2007-11-02T00:30:00+01:00da belella1
Reposta per primo quest’articolo

62 pensieri su “Dolci sogni

  1. Buongiorno Gabry…
    Ti avevo già letta ieri sera e le tue parole mi avevano addolcito il ricordo delle tante persone che ieri avevo richiamato alla mente…
    Ieri sera è stata una notte magica… camminare fra tutte quelle lucine che rappresentano davvero vite vissute, risveglia così tanti pensieri ed episodi che non ci si poteva proprio sentire soli…
    E fra tanti avevo anche il tuo papà… per tutte le cose che sento che ci accomunano…
    Siamo state fortunate…

    Buona giornata, carissima…

  2. Grazie per il tuo testardo e fedele passaggio, non mi sbagliavo quando ho pensato di te come ad una persona dal cuore con grande capacità di dare.
    Sono rientrato ieri per questi giorni di festa e domenica ripartirò e subito ne sto approfittando per scrivere.
    Più tardi ti leggerò con calma, indispensabile per il tuo blog.
    Ho letto con piacere la frase che mi hai scritto stamattina.
    Un abbraccio augurandoti di trascorrere questi giorni con la compagnia di tanta serenità.

  3. Questi pensieri dovrebbero accompagnare ogni giorno le nostre vite…tanto più oggi! Purtroppo la malinconia dei loro ricordi ormai passati ci accompagna…e non possono tornare..ma così è il corso della vita.

    Un bacione grande grande…
    MIrtilla

  4. gabry ma sono bruttissimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…madò ma ti rendi conto?secondo me sono ispirati ad halloween!ma quel coso dovrebbe essere mio figlio?madò ho generato un mostro…che paura…e come lo cullo la notte…quello mi sà che morde…noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!

  5. Ciao Fata!!!
    Credo che questo post sia fantastico! La musica è splendida, come sempre noto che ci metti l’anima….. Certi amori, non ci lasciono mai! Si creano una nicchia nel nostro cuore e ci restano per sempre!!!
    Mi hai dato un’emozione…….

    Io oggi sono felice, domani mio padre esce dall’ospedale per due giorni. I medici hanno deciso di fargli trascorrere la domenica in famiglia, considerando il fatto che lunedì inizieranno a prepararlo per un’altra operazione.

    Ci tengo veramente a ringraziarti per la tua amicizia! Sei una persona speciale ed è sempre un piacere per me ritrovarti… Non ti conosco, non ti ho mai vista… Ma ti considero un’amica!!!
    Karty

  6. Buongiorno gabry… oggi me la sono presa comoda…
    Ho accudito tutti i vari gatti e gattini di casa… ciascuna nel suo angolo riservato (perchè il mio gattone non ne vuol sapere di accettare “gli intrusi”)… mio marito è ancora fuori con Zecca (il cane… e io mi son messa a stirare…
    Vabbè… mi tocca…
    Buonissima giornata a te…

  7. non lo sò gabry ma mi fa paura…vogliamo metterle noi delle belle uova in commercio?ci mettiamo dentro delle farfalle, degli uccellini, dei scoiattolini tutti colorati magari qualche pony…uff…ma la gente ce l’ha un pò di fantasia?sono arrabbiata…avevo tante aspettative

  8. Non ci sara’ mai una separazione definitiva fin che dentro di noi ci saranno i ricordi tenerissimi dei nostri cari, a volte dentro di noi sentiamo dei vuoti, ma che in realta’ sono dei vuoti che ci piacciono, proprio perchè appartengono a persone che abbiamo amato nella nostra vita e ci hanno donato tantissimo affetto e amore E questi vuoti mantengono viva l’importanza che hanno avuto per noi nella nostra vita anche ora che non ci sono piu’
    Ciao GabrY, le sento anche io queste dolci e tenere malinconie
    Alessandra….

  9. La bontà non ha confini ,nè razza nè età…………
    Ciao buona domenica
    Dolcissima Amica,
    i confini in natura non esistono , sono disegnati sulle piccole mappe ( mappine) da figli di editrici di tali manufatti ( mappine )…già ma che di che razza saranno mai questi umanidi ???? Di quella dei “caporali” ???? Come il Grande toto’ docet o dicett ( fait ‘o-stess )…
    Un Abbraccione a Te da Nonno Artù s-confinato Internauta

Lascia un commento